Statistiche web
Introduzione alla bioarcheologia – (II semestre)

SSD L-ANT10 – 36 ore, 6 CFU

Il corso “Introduzione alla bioarcheologia” sarà tenuto in inglese dai proff. Pam Crabtree Lorenzo Castellano.
Pam Crabtree è docente presso il dipartimento di Antropologia della New York University. È un’archeologa, specializzata nella zooarcheologia. La sua ricerca si basa sullo studio di materiali faunistici da siti archeologici, ai fini di ricostruire modelli di allevamento, pratiche di caccia, diete del passato. Come archeologa, è interessata alle origini dell’urbanistica nell’Europa altomedievale, nonché alla transizione alle prime economie agricole nel Vicino Oriente, ed allo sviluppo delle pratiche zootecniche nella tarda preistoria e nella protostoria.
Lorenzo Castellano è lecturer presso il dipartimento di Antropologia e presso l’Istituto per lo Studio del Mondo Antico (ISAW) della New York University. È un archeologo, specializzato in archeobotanica ed archeologia ambientale. La sua ricerca si focalizza allo studio del rapporto uomo-ambiente nel mondo antico e alla storia dei sistemi agricoli, con particolare attenzione alla regione Vicino Orientale. Nel corso della sua carriera ha partecipato a progetti di ricerca in svariati ambiti geografici e culturali, in Italia, Turchia, Egitto, Uzbekistan, Cina., protagonista notissimo della vita culturale di questi anni: il suo triplice impegno come Professore Ordinario di archeologia classica nell’Università “Federico II” di Napoli, come coordinatore del Dottorato in Archeologia e Culture del Mediterraneo antico nella Scuola Superiore Meridionale e, soprattutto, come Direttore generale dei Musei presso il Ministero della Cultura, lo pone di fatto al vertice dell’archeologia italiana, negli ambiti interconnessi della ricerca, dell’insegnamento, dell’organizzazione museale e della tutela dei beni culturali.

Programma sintetico:
La ricerca archeologica moderna si caratterizza per una spiccata multidisciplinarità. Il record archeologico non è più inteso esclusivamente in termini di manufatti e strutture, ma vi si includono a tutti gli effetti anche i materiali organici conservati nelle stratificazioni antropiche. Resti botanici e faunistici sono di rinvenimento particolarmente comune. Se propriamente campionati, processati, e analizzati, questi ecofatti permettono di ricostruire la storia dei sistemi agropastorali, della dieta e dei paleoambienti. L’obiettivo di questo corso è fornire un’introduzione alle metodologie della ricerca zooarcheologica e archeobotanica.

Modulo 1: Introduzione alla zooarcheologia Pam Crabtree – 12 ore, 2 CFU
Modulo 2: Introduzione all’archeobotanica Lorenzo Castellano – 12 ore, 2 CFU
Modulo 3: Il rapporto uomo-ambiente nel mondo antico Lorenzo Castellano – 12 ore, 2 CFU

Calendario:
dal 20 maggio al 1° giugno (20-21-22-23-24, 27-28-29-30 maggio + 1° giugno per gli esami) dalle ore 9 alle 13; Aula Sandra Bruni

Lingua del corso: Inglese
Dipartimento: Studi Umanistici
Corso di laurea: The Ancient Mediterranean World. History, Archaeology and Art