Statistiche web
Il merito come inclusione, ecco il nuovo bando del Ghislieri per l’ammissione

Il Collegio Ghislieri di Pavia, fondato nel 1567, è il primo collegio universitario misto in Italia dal 1966, dove l’unico criterio di selezione è il merito. Quest’anno è stata innalzata la fascia di gratuità per i 30 posti disponibili: ciò consente l’azzeramento della retta per un maggior numero di studenti, che si traduce nel sostegno del merito come inclusione, opportunità e crescita per i ragazzi talentuosi ma con minore disponibilità economica.Inoltre per la prima volta la graduatoria di ingresso sarà unica, senza la distinzione maschile-femminile come in passato. Per partecipare al concorso pubblico di ammissione al Collegio è necessario compilare la domanda online entro giovedì 31 agosto 

Negli ultimi 10 anni il 93% degli iscritti si è laureato con lode; oggi circa un terzo degli studenti beneficia di un posto completamente gratuito grazie al proprio rendimento e in base al reddito famigliare. Il Ghislieri di Pavia non è solo un Collegio: è un Collegio di merito e nei suoi oltre 450 anni di storia ha avuto come alunni molte personalità di rilievo internazionale, da Carlo Goldoni – che fu alunno negli anni 1723-1725 – a Giuseppe Zanardelli (1826-1903), futuro Guardasigilli e Primo Ministro nei governi dell’Italia Unita a cui si deve il Codice penale del 1889, fino a Tiziana D’Angelo è la nuova direttrice del Parco Archeologico di Paestum e Velia,solo per citarne alcuni.

L’ingresso al Collegio Ghislieri è regolato da un concorso pubblico di ammissione che si tiene ogni settembre, a opera di una commissione di docenti dell’Università di Pavia. Per conservare il proprio posto in Collegio, gli studenti devono mantenere ogni anno la media dei 27/30 negli esami universitari.

Vivere il Collegio non significa solo ottenere vitto e alloggio in un palazzo cinquecentesco al centro di Pavia, ma anche appartenere a una comunità di giovani meritevoli alla quale il Collegio offre numerosi servizi: borse di studio, finanziamenti per borse di scambio e periodi di ricerca all’estero, servizi di tutoring, coaching e orientamento in uscita, oltre all’accesso a una biblioteca dotata di oltre 130.000 volumi, che costituisce una delle più imponenti collezioni librarie private d’Europa. Negli ultimi anni sono state assegnate più di duecento borse di studio per l’estero e sono stati stanziati oltre 180.000 euro per l’internazionalizzazione.

Sono due le novità significative introdotte con il bando appena uscito: “Dopo oltre 450 anni per la prima volta abbiamo graduatorie unificate per l’ammissione al Collegio, eliminando definitivamente la distinzione fra maschile e femminile – commenta il Rettore Alessandro MaranesiInoltre abbiamo aumentato la soglia di gratuità fino a 30mila euro di indicatore ISEE-Università, quando gli enti per il diritto allo studio si fermano a poco più di 23mila euro. Si tratta di una iniziativa concreta, che vede il Collegio impegnato nel sostegno del merito inteso come inclusione, opportunità, crescita e ascensore sociale per gli studenti talentuosi ma bisognosi. Siamo fra le più istituzioni più attive a livello nazionale in questo campo”.

Il nuovo bando e il concorso di ammissione

E’ ora disponibile online (a questo link) il nuovo bando per l’anno accademico 2023/24: possono concorrere all’ammissione al Collegio Ghislieri studenti di tutta Italia che intendano iscriversi all’Università di Pavia. I posti sono 30 per gli studenti dei corsi di laurea triennali, più tre per le magistrali. Per iscriversi al concorso di ammissione come matricole bisogna essersi diplomati con una votazione minima di 80/100; per farlo come studenti di anni successivi al primo o come neolaureati che intendano iscriversi a un corso di laurea magistrale, è necessario inoltre avere mantenuto la media dei 27/30 negli esami universitari.


Le novità più rilevanti di quest’anno sono due, come sottolineato dal Rettore: è stata innalzata la soglia minima di agevolazione totale della retta, ese l’indicatore ISEE-Università è inferiore o uguale a 30mila euro l’agevolazione è totale, quindi lo studente non deve pagare nulla (gli enti per il diritto allo studio arrivano a poco più di 23mila euro); è un’iniziativa importante, che vede il Collegio impegnato nel sostegno del merito come inclusione e opportunità per gli studenti talentuosi ma con disponibilità economica limitata. Inoltre per la prima volta la graduatoria sarà unificata, e non più con la distinzione maschile-femminile, come in passato.

Il concorso è basato sulla valutazione di due prove scritte che si svolgeranno in presso la Scuola Universitaria Superiore IUSS di Pavia, più due prove orali da remoto, sulle materie afferenti il corso di studi scelto. Per partecipare al concorso di ammissione è necessario compilare la domanda online sul sito del collegio Ghislieri entro giovedì 31 agosto (alle ore 15:00).

Infoline: Tutte le informazioni sul bando si trovano a questo link.

Ulteriori chiarimenti possono essere richiesti a: concorso@ghislieri.it o al numero (+39) 0382 3786217