Andrea BELVEDERE, Alunno

Nato a Pavia nel 1944, Ghisleriano dal 1963, è Rettore del Collegio Ghislieri dal 1979.

Dopo la laurea in Giurisprudenza presso l’Università di Pavia, ha intrapreso la carriera accademica come Assistente ordinario di Istituzioni di Diritto Privato presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Torino e, successivamente, come Professore incaricato della stessa materia nelle Università di Verona e di Torino, e quindi come Professore Straordinario di Diritto Civile nelle Università di Cagliari e di Torino. Nel 1984 viene nominato Professore Ordinario dapprima di Istituzioni di Diritto Privato e poi di Diritto Civile presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Pavia. Dal 1995 è altresì Professore a Contratto di Istituzioni di Diritto Privato presso l’Università Bocconi di Milano e, dal 2001, docente di Diritto Civile nella Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali istituita dall’ateneo pavese e dall’ateneo milanese. Nel 1996 entra a far parte dell’Accademia di Scienze e Lettere dell’Istituto Lombardo di Milano e, dal 1999 al 2005, è membro del Comitato Scientifico della Scuola Universitaria di Studi Superiori di Pavia. Fa parte della direzione scientifica della rivista “La nuova Giurisprudenza Civile commentata” e della “Rivista Critica del Diritto Privato”. Attualmente è Professore Emerito di Diritto Civile presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Pavia.

“Il Collegio Ghislieri aiuta i giovani a confermarsi nella loro vocazione allo studio e all’impegno”, spiega il prof. Belvedere alle future matricole. “In Collegio non creiamo dal nulla i talenti, ma li chiamiamo a noi. Li rafforziamo grazie alle nostre strutture e soprattutto con questa sorta di educazione reciproca fra i ragazzi, in un ambiente fatto di persone che condividono l’interesse e la passione per la cultura. Chi viene in Collegio è già motivato e in Ghislieri trova ulteriori motivi di crescita umana, di preparazione per le professioni, di interesse per la ricerca accademica. Per questo il legame col Ghislieri dura a lungo dopo la laurea, spesso tutta la vita”.