Ecco l’Annuario 2020 – Dieci anni di storia del Collegio Ghislieri

Torna l’appuntamento periodico con l’Annuario Ghislieri, il volume illustrato che raccoglie tutte le informazioni riguardo agli anni trascorsi dalla pubblicazione del numero precedente. Ghislieri 2010-2020 è un modo di ripercorrere una grossa fetta dell’attività di un Collegio sempre vivo e dalle molteplici iniziative, popolato di innumerevoli eccellenze e sempre pronto ad accogliere fra le sue matricole le migliori promesse per il domani.

“Questo è il settimo Annuario del Collegio che presento”, scrive il Rettore, prof. Andrea Belvedere, nella presentazione del volume. “Anche i primi due annuari che ho presentato (relativi rispettivamente agli anni 1972-’80 e 1980-’90) coprivano un periodo di molti anni, diversamente dal passato, quando gli Annuari avevano una cadenza triennale. Le ragioni di tale allungamento dei tempi erano state di tipo essenzialmente organizzativo, tant’è vero che successivamente (dal 1990 al 2010) siamo riusciti a rispettare una fisiologica cadenza quinquennale. Questa volta, invece, abbiamo saltato la scadenza del 2015 perché avevamo in  preparazione le pubblicazioni per l’anniversario, nel 2017, dei 450 anni del Collegio: il bellissimo, anche per le fotografie, volume sulla storia del nostro palazzo (curato dall’Alunno Gianpaolo Angelini) e quello curato per l’Associazione Alunni da Arianna Arisi Rota (ovviamente Alunna) che ha colto, attraverso numerose testimonianze e contributi, la natura più profonda del Ghislieri, sottotitolato non a caso Un laboratorio d’intelligenze”.

“Il grandissimo numero di informazioni contenute in questo Annuario”, spiega ancora il Rettore Belvedere, “corrisponde al grandissimo numero di cose fatte in Collegio in questi dieci anni”. Già solo una scorsa alle quasi trecento pagine del volume, curato dall’Alunna dott. Giuseppina Motta (al cui lavoro si deve anche il Notizie Ghislieri) consente di cogliere quanto di vero ci sia in quest’affermazione. Qualche cifra può aiutare a rendere l’idea della costanza e dell’eccellenza con cui il Ghislieri ha perseguito la propria missione. Dalla sezione dell’Annuario destinata all’ammissione degli Alunni in Collegio e alla loro uscita una volta laureati, si evince che negli ultimi dieci anni il Ghislieri ha ammesso 370 matricole (192 Alunne e 178 Alunni), che agli Esami di Stato hanno riportato una votazione media di 97/100; a loro si sono aggiunti 14 Alunne e 14 Alunni iscritti a corsi di laurea magistrale. I posti gratuiti sono incrementati dall’11% e 15% (rispettivamente per Alunne e Alunni) nel 2010 al 28% e al 35% nel 2020. Sono inoltre stati accolti 76 studenti iscritti a prestigiose università europee, statunitensi e australiane, e sono stati concessi 57 perfezionamenti interni ad alunni laureati, oltre a 218 borse per trascorrere un periodo di studio o di ricerca all’estero. Nel medesimo decennio sono state conseguite 465 lauree, di cui 430 con lode e 24 con votazione di centodieci centodecimi. Quanto all’attività culturale del Collegio, basti riferire che l’Annuario dedica sessanta pagine all’elenco dettagliato delle iniziative di questo decennio.

Un volume corposo e prezioso come l’Annuario consente inoltre di gettare uno sguardo d’insieme a quest’attività diffusa e continua, cogliendone il senso complessivo. È ciò che fa anche il Presidente della Fondazione Ghislieri, il prof. Gian Arturo Ferrari, nel suo intervento intitolato Il Collegio Ghislieri negli anni 2010-2020. “Se guardiamo al decennio appena trascorso”, scrive il Presidente, “e lo guardiamo in una prospettiva ghisleriana, non fatichiamo ad accorgerci che di fronte ai nostri occhi possono prendere forma due immagini distinte a seconda della luce con cui scegliamo di illuminarlo. Da un lato la luce della continuità o, altrimenti detto, della tradizione; dall’altro la luce del cambiamento, dell’innovazione, del futuro. Nella luce della continuità il Ghislieri si è comportato come meglio forse non avrebbe potuto: ancora una volta è riuscito a mostrarsi all’altezza del compito che, quasi mezzo millennio fa, il suo fondatore gli assegnò. Oggi il Ghislieri è un organismo compatto e completamente autonomo, governato per intero dai suoi Alunni, depositari di tutto il potere decisionale. Nella luce che si proietta verso il futuro e l’innovazione, il Collegio si sente chiamato ad affrontare due snodi principali, legato il primo alla trasformazione degli studi universitari in Italia e connesso invece il secondo al reperimento delle risorse economiche necessarie per far fronte ai cambiamenti imposti da quella trasformazione”.

Anche i segni della trasformazione del Collegio sono evidenti sfogliando il volume che racconta gli ultimi dieci anni: l’inaugurazione del Castello di Lardirago dopo un corposo restauro, la creazione di solide iniziative studentesche come il festival Indiscienza e l’associazione Philosophicum Ghislieri, l’indizione di una Collegio Ghislieri Graduate Conference, l’istituzione dello speciale premio dei Pii Quinti Sodales alla creatività ghisleriana, la creazione del nuovo Collegio di merito per la ricerca a Ca’ della Paglia, la trasformazione del Centro per la Comunicazione e la Ricerca in Centro per la Ricerca e la Didattica Universitaria e di Ghislierimusica in Centro di Musica Antica sono solo alcune delle attività decisive che hanno segnato questo decennio ghisleriano. Un posto d’onore lo merita, in un’apposita sezione dell’Annuario, la cronaca della visita in Collegio del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, il 13 giugno 2017: nel voler essere presente di persona alla celebrazione dei 450 anni dalla fondazione del Ghislieri, il Presidente Mattarella ha suggellato il riconoscimento dell’attività che rende il Collegio, nelle parole che ha pronunciato, “luogo di cultura, di dignità e di tolleranza”. A ciò si aggiunge un’ampia sezione dedicata all’attività dell’Associazione Alunni e il consueto ricordo degli amici scomparsi nel corso del decennio, a opera di chi ha condiviso con loro l’esperienza in Ghislieri.

Questo e molto altro si trova nell’Annuario 2020 e verrà conservato nella memoria degli Alunni. “La pubblicazione di un Annuario”, conclude infatti il Rettore Belvedere, “è una operazione molto impegnativa, anche (e soprattutto) dal punto di vista economico. Alla fine però abbiamo superato le suggestioni informatiche e ci siamo rivolti a Gutenberg. Le pubblicazioni online sono belle ma effimere, come le farfalle, mentre un libro in una nostra biblioteca rappresenta una tangibile (e sempre disponibile) testimonianza del nostro rapporto con il Collegio”.   Le ultime due precedenti edizioni dell’annuario sono consultabili in formato pdf nell’area riservata della sezione di Ghsilieri.it dedicata all’Associazione Alunni. Soprattutto, però, grazie all’opera di digitalizzazione del patrimonio librario della Biblioteca del Collegio dovuto all’accordo fra il Ghislieri e Google Books, è possibile sfogliare direttamente sul più grande motore di ricerca del mondo le edizioni storiche dell’Annuario. Al momento, sono disponibili integralmente le seguenti edizioni:
Annuario 1946, Annuario 1948, Annuario 1952, Annuario 1960, Annuario 1968, Annuario 1972, Annuario 1990, Annuario 1995, Annuario 2000, Annuario 2005, Annuario 2010.

Informazioni su come ottenere una copia dell’Annuario 2020 possono essere ottenute contattando il Rettorato del Collegio Ghislieri all’indirizzo mail rettorato@ghislieri.it.