Bando di ammissione al Collegio Ghislieri – Per la prima volta gli esami si terranno online

È disponibile il bando per l’ammissione al Collegio Ghislieri. Si tratta di un’edizione per certi versi storica, e sicuramente inedita: per la prima volta il concorso comporterà un esame orale da tenersi a distanza, tramite una piattaforma virtuale. È una scelta di natura eccezionale, dovuta alla necessità di garantire la massima sicurezza nel corso della ripresa dopo l’emergenza CoVid-19 senza per questo rinunciare al rigore nella selezione delle future matricole e alla vocazione ghisleriana per l’eccellenza.

Già dall’inizio dell’emergenza sanitaria, infatti, il Ghislieri ha subito seguito due linee guida: la messa in sicurezza e l’innovazione tecnologica. La sicurezza è stata garantita per mezzo di un accurato protocollo anti-CoVid che tutelasse studenti e personale senza per questo snaturare la vita quotidiana del Collegio. L’innovazione è stata messa in atto non solo nella pratica dello smartworking, per consentire il regolare funzionamento degli uffici durante il periodo di lockdown, ma anche nella virtualizzazione dell’attività culturale. Alcune delle conferenze già in programma per la primavera sono state tenute in streaming, grazie all’intervento dei relatori a distanza; inoltre ogni sera affermati Alunni del Collegio, professionisti e docenti universitari, hanno tenuto videointerventi sul proprio campo di specializzazione nel corso di “Non fermiamo la cultura”, ciclo di conferenze pensate apposta per il web.

Il bando 2020 mette a disposizione quattordici posti da alunno e quattordici posti da alunna per laurea triennale, a cui si aggiungono un posto da alunno e un posto da alunna per laurea specialistica; il Consiglio di Amministrazione della Fondazione Ghislieri si riserva tuttavia di utilizzare le graduatorie del concorso per il conferimento di ulteriori posti che si rendano successivamente disponibili. I posti disponibili in Collegio sono gratuiti o con rimborso parziale delle spese di mantenimento, stabilito in proporzione al reddito familiare.

Accedere al Collegio Ghislieri non significa solo poter usufruire dei servizi di vitto e alloggio, ma poter delineare un percorso di apprendimento non formale integrato degli studi universitari, in linea con gli obiettivi perseguiti dalla Conferenza dei Collegi Universitari di Merito riconosciuti e accreditati dal Ministero dell’Università e della Ricerca, della quale hanno recentemente dato notizia il Corriere della Sera e il Sole 24 Ore. Per rendere possibile questo percorso, il Collegio Ghislieri mette a disposizione degli studenti corsi interni, workshop, iniziative culturali, borse di studio all’estero e strutture di eccellenza. Grazie al proprio riconosciuto valore culturale e storico, il Collegio Ghislieri gode inoltre dell’alto patronato del Presidente della Repubblica.

Il prossimo 25 agosto saranno pubblicate su Ghislieri.it le istruzioni tecniche di svolgimento dell’esame online. La scadenza per la presentazione della domanda di partecipazione al concorso per l’ammissione in Collegio è venerdì 28 agosto 2020 alle ore quindici. Mercoledì 2 settembre si terranno due prove di preselezione organizzate dallo IUSS, la Scuola Universitaria Superiore di Pavia, con specifico bando, anch’esse obbligatorie per partecipare al concorso di ammissione in Ghislieri.  Le prove orali a distanza organizzate dal Collegio Ghislieri si terranno invece a partire da giovedì 3 settembre, secondo un calendario che sarà pubblicato due giorni prima.

 Tutte le informazioni sul concorso, il programma d’esame e i moduli d’iscrizione sono disponibili sulla pagina dedicata di Ghislieri.it.