GIULIO PRANDI

Giulio Prandi è un direttore italiano specializzato nel repertorio vocale e sacro del XVIII secolo. È direttore artistico e musicale di Ghislierimusica presso lo storico Collegio Ghislieri di Pavia; ha fondato e dirige Coro e Orchestra Ghislieri, con il quale svolge un’intensa attività concertistica e discografica internazionale.

Si è diplomato in direzione d’orchestra sotto la guida di Donato Renzetti; diplomato in canto e laureato in matematica presso l’Università di Pavia, ha inoltre studiato composizione con Bruno Zanolini e direzione di coro con Domenico Zingaro presso il Conservatorio di Milano.

La sua passione per il repertorio sacro del Settecento italiano lo ha spinto a intraprendere una costante attività di ricerca, che negli anni ha portato alla riscoperta di numerose opere rare o inedite di autori quali Galuppi, Jommelli, Perez, Perti, Durante, Astorga, Leo. Si dedica inoltre con continuità all’opera sacra di Vivaldi, Pergolesi, Händel, Michael Haydn e Mozart. In ambito contemporaneo ha collaborato con il compositore Fabio Vacchi.

È regolarmente invitato dai maggiori festival internazionali e presente nel cartellone di prestigiose sale da concerto europee tra cui BOZAR Musique – Bruxelles, Internationale Händel-Festspiele Göttingen, Festival Enescu di Bucarest, Festival d’Ambronay, Auditorium National de Lyon, Arsenal de Metz, Festival di Besançon, Festival de La Chaise-Dieu, Opéra de Rouen, Fondation Royaumont, Oude Muziek Utrecht, De Singel e AMUZ ad Anversa, MaFestival Bruges, Festival MITO Settembre Musica, Stresa Festival, Festival Monteverdi di Cremona, Festival Pergolesi-Spontini di Jesi.

A gennaio del 2018 ha diretto Coro e Orchestra Ghislieri in occasione del debutto allo Het Concertgebouw di Amsterdam, con un concerto trasmesso in diretta dalla radio olandese e, nel novembre 2018, ha guidato il gruppo sul palco della Philharmonie di Berlino in un concerto insieme alla soprano Marlis Petersen.

Dopo il debutto discografico per Amadeus, ha realizzato una serie di dischi per Sony – Deutsche Harmonia Mundi dedicati agli autori che più rappresentano il suo costante lavoro ricerca sul repertorio: Baldassarre Galuppi, Niccolò Jommelli e Davide Perez, con un volume live consacrato alla produzione romana di Händel.

Nel 2014 la rivista Amadeus ha dedicato all’ensemble il numero celebrativo dei 25 anni della rivista, a settembre 2017 ha pubblicato un live del Messiah di Händel nell’ambito di uno speciale sui 450 anni del Collegio Ghislieri.

Il suo ultimo lavoro discografico, che apre la collaborazione con Arcana – Outhere Music, è un volume pubblicato a marzo 2018 e dedicato a due inediti pergolesiani che sta ottenendo un notevole successo a livello internazionale.

Tiene regolarmente masterclass e workshop sul repertorio sacro italiano del XVIII secolo ed è invitato a prendere parte alle giurie di importanti concorsi internazionali (“Händel” di Göttingen, “Van Wassenaer” di Utrecht, “Early Music International Young Artists Competition” di York).

È inoltre da sempre impegnato nella divulgazione della musica sul suo territorio, in particolare seguendo l’attività del Coro Universitario del Collegio Ghislieri. Nel 2017/2018 è stato docente di Pratica corale presso l’ISSM “F. Vittadini” di Pavia; nel 2018 ha tenuto il Laboratorio sul “Repertorio vocale sacro del Settecento italiano” al Conservatorio “G. Verdi” di Milano.